Chiamaci +39 3423219248
Lun - ven: 9:00/19:00

Come curare velocemente la cistite

Come curare velocemente la cistite

21/10/2019 0

Le cistiti sono molto comuni sia nei bambini che negli adulti e la maggior parte delle donne manifesta almeno un episodio durante l’arco della vita.
Questo disturbo ha origine dal contagio da parte di microrganismi patogeni, il cui ingresso è favorito nella donna rispetto all’uomo dalla diversa conformazione anatomica. La brevità dell’uretra femminile e la vicinanza della vagina al retto, infatti, costituiscono fattori di maggior rischio per le donne e maggiore prevalenza dell’infezione delle vie urinarie. Spesso accompagnata ad un bisogno continuo e doloroso di urinare, la cistite presenta i seguenti sintomi:

  • difficoltà nell’emissione dell’urina che viene eliminata goccia a goccia;
  • dolore e bruciore nell’urinare che persiste anche dopo la fine della minzione;
  • dolore sovrapubico accompagnato dalla sensazione di non aver svuotato completamente la vescica;
  • bisogno continuo di urinare, talvolta perdita di sangue con l’urina;
  • senso di peso perineale;
  • urgenza, necessità impellente di urinare, con talvolta incontinenza da urgenza.

La cistite può essere diagnosticata semplicemente sulla base dei sintomi e, per esserne certi, sull’esame delle urine. Nella maggior parte dei casi le infezioni vengono guarite entro una settimana se approcciate con cure mediche appropriate e tempestive. Per evitare ricadute, è importante curare la cistite in maniera corretta sin dal primo episodio. Tanto per cominciare è fondamentale bere molta acqua per depurare il tratto urinario. Il trattamento con sostanze come l’acido ialuronico e il condroitinsolfato è particolarmente efficace per limitare le recidive e curare le forme più acute di cistite, perché è in grado di favorire la ricostituzione della mucosa danneggiata da infezioni e infiammazioni. La cistite può essere trattata con antibiotici solo in presenza di febbre ed è basilare scegliere dei farmaci capaci di combinare l’efficacia terapeutica al rispetto della flora batterica vaginale. Ad ogni modo per trattare questa infezione in maniera efficace e impedire che si evolva in forma cronica occorre rivolgersi ad uno specialista. L’esperto in questo campo è senza dubbio l’urologo.

Commenti

Lascia un commento